Tecnica

Non sono la prima che ha usato gli smalti come tecnica di pittura. Jackson Pollock è stato il primo nella storia dell’arte a usare smalti particolari e colori acrilici. La sua tecnica si chiama “ dripping “ ed è considerato il più importante esempio di pittura gestuale chiamata “ action painting “.

Con la tela appoggiata per terra, in orizzontale, lasciando gocciolare i colori, Jackson Pollock creava opere astratte di una sensibilità cromatica unica. La differenza tra me e lui è che, pur usando la stessa tecnica, io l’ho personalizzata e portata nell’ambito del figurativo: ritratti, paesaggi, nature morte e molto altro ancora. Adoro questi colori perché a livello tecnico si genera una vera e propria alchimia.

Ogni colore ha la sua personalità: una richiede il diluente nitro, un’altra lo vuole sintetico, un altro ancora esige l’acqua o l’acquaragia, e così via. Se dovessi mettere un colore sopra l’altro e i diluenti non fossero compatibili, i colori si mangerebbero tra di loro e mi rovinerebbero l’opera.

Ugualmente succederebbe se non sapessi dosare correttamente il diluente. Mi sento in qualche modo una domatrice di leoni con questi colori. Ho rovinato parecchie tele finché ho capito il carattere di ogni colore per poterli alla fine addomesticare.

Cristrina Lefter